skip to Main Content

Cos’è il corso di Teatro II?

Il teatro II è un insieme di differenti discipline, che si uniscono e concretizzano nell’esecuzione di un evento spettacolare dal vivo.

La parola deriva dal greco (théatron, che significa “spettacolo”), dal verbo théaomai, ossia “vedo”, comprende le arti tramite cui viene rappresentata, sotto forma di testo recitato o drammatizzazione scenica, una storia (un dramma, parola derivante dal verbo greco drao = agisco). Una rappresentazione teatrale si svolge davanti ad un pubblico utilizzando una combinazione variabile di parola, gestualità, musica, danza, vocalità, suona e, potenzialmente, ogni altro elemento proveniente dalle altre arti performative.

La particolare arte del rappresentare una storia tramite un testo o azioni sceniche è la recitazione, o arte drammatica. In molte lingue come il francese(jouer), l’inglese (to play), il russo (играть – pron. igra’t), il tedesco (spielen), l’ungherese (játszik) il verbo “recitare” coincide col verbo “giocare”. Il termine italiano, invece, pone l’accento sulla finzione, sulla ripetizione del gesto o della parola (“citare due volte”).

A chi è rivolto il corso di Teatro II?

Il corso di teatro II è rivolto a un target dai 18 anni in su che ha già avuto un primo approccio con la recitazione e vuole continuare questo percorso. Il corso di teatro si lavorerà sulle tecniche del lavoro dell’attore e sullo sviluppo delle potenzialità espressive e creative del corpo e della voce.

Quando, Dove e Quanto Costa?

Il corso è proposto in 10 lezioni di 1 ora e 30 minuti  si terrà presso la sede di Percorsi in Via F.lli Cairoli 31 a Seregno, ed ha un costo di 150 euro.

Calendario

venerdì sera dalle 21:10 alle 22:40

Insegnante

Anna Russo

Anna ha frequentato per 10 anni  la scuola di teatro terapia presso la cooperativa “Puntoeacapo”  e la scuola di bioenergerica preparatoria alla recitazione teatrale. Ha avuto esperienze come operatore sociale presso la cooperativa Novomillennio Monza dove si occupava di formazione in ambito teatrale riabilitativo. Dopo essersi appassionata ha cominciato a frequentare stage intensivi annuali teatro comico e d’improvvisazione con Marisa Miritello presso “Teatri possibili ” e attualmente è formatore per il teatro sociale presso Consorzio Monza e Brianza oltre che iscritta al “Teatro Possibili” Di Corrado D‘ Elia. Dopo un lungo percorso personale in teatro terapia e formazione teatrale è scaturito il forte desiderio di far conoscere ad altri il potere creativo del teatro e di trasmettere tutto il bagaglio che occorre per arrivare a poter interpretare sul palcoscenico una parte se non addirittura se stessi. Il metodo da Lei scelto è quello basato sull’ empatia e sull’ improvvisazione. Un metodo efficacissimo che insegna ad ascoltare gli altri e se stessi e che apporta benefici al nostro vivere quotidiano. Imparerete a formare un gruppo teatrale coeso e che in Teatro non c è il giusto o lo sbagliato. Non esiste giudizio. Il teatro empatico offre la possibilità di conoscere profondamente tutte le dinamiche legate a questa forma artistica partendo da se stessi; senza dover distorcere la propria personalità.

Felice di sperimentare con voi questa forma d’espressione vi aspetta per lavorare insieme!

 

Back To Top
×Close search
Cerca